Unione Italiana Società Veterinarie

Melania Moioli

DVM, Dr. Med. Vet., PhD, Dipl. ECVDI, MRCVS

Consegue la laurea con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Milano nel 2010 con tesi sperimentale in Diagnostica per Immagini dal titolo: “Impiego della prototipazione rapida e della TC3D nello studio della lussazione mediale della rotula nel cane: esperienze preliminari”. Nel 2011 inizia un percorso di Dottorato di Ricerca in Diagnostica per Immagini presso la Facoltà di Medicina Veterinaria di Milano e nel 2014 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze Cliniche Veterinarie con un progetto di ricerca dal titolo "Appearance of ossification centers of the limbs and skeletal development in new-born toy-dog breeds: radiographic, morphometric and histological analysis". Dal 2011 al 2015 ha anche collaborato come libero professionista con diverse cliniche veterinarie della provincia di Bergamo occupandosi principalmente di Diagnostica per Immagini, Medicina Interna e Medicina D’Urgenza. Dal 2015 al 2019 ha intrapreso e completato una Residency del College Europeo di Diagnostica per Immagini presso la divisione di Radiologia Clinica dell' Ospedale Veterinario della Facoltà di Medicina Veterinaria di Berna (CH) sotto la guida dei Professori Johann Lang e Daniela Schweizer-Gorgas, e a febbraio 2020 ha superato l’esame del College Europeo diventando specialista europeo in Diagnostica per Immagini (DipECVDI), riconosciuto dall’European Board of Veterinary Specialists. Da luglio 2019 ad aprile 2020 ha lavorato come clinical instructor presso la divisione di Radiologia Clinica dell'ospedale veterinario della Facoltà di Medicina Veterinaria di Berna (CH). Al rientro in Italia, ha iniziato a lavorare come teleradiologa per Antech Imaging Services. Da gennaio 2021 ha intrapreso una collaborazione con il team di Diagnostica per Immagini dell’Ospedale Veterinario I Portoni Rossi per contribuire alla supervisione dell’attività clinica del reparto di Diagnostica per Immagini della Clinica Veterinaria Malpensa, alla formazione del junior staff e all’attività di ricerca.